Le 7 regole per dormire sano

LE 7 REGOLE PER FARE SOGNI D’ORO

Secondo gli esperti, chi fa abitualmente fatica a dormire è più esposto ad alcune problematiche. L’insonnia cronica, infatti, può favorire col tempo anche la comparsa di disturbi quali obesità, diabete, colesterolo alto, sbalzi d’umore.

Oltre ad assumere melatonina per dormire, per aiutare il relax e la qualità del sonno può anche essere utile osservare alcune regole specifiche, molte delle quali dettate dal buon senso. Vediamole assieme

1) COMPUTER E TABLET LONTANI DAL LETTO
La camera dovrebbe essere un luogo di relax deputato al sonno, sarebbe quindi bene tenere alla larga dal letto tablet, computer, smartphone ed evitare attività come lo studio dopo essersi coricati

2) LUCE E TEMPERATURA IDEALI
L’ambiente della camera da letto dovrebbe essere predisposto per garantire il massimo comfort e relax: silenzioso, abbastanza buio e con la giusta temperatura. Alcuni esperti reputano che la temperatura ideale per la stanza in cui dormire si aggiri tra i 15 e i 19 °C.

3) ATTENTI ALLA CAFFEINA
Chi soffre abitualmente di insonnia o ha difficoltà a prendere sonno, dovrebbe limitare le dosi di caffeina ed evitare di consumare bevande o alimenti contenenti questa sostanze (caffè, tè, cioccolata ecc.) a partire dal tardo-pomeriggio o sera.




4) PAROLA D’ORDINE: REGOLARITÀ
Per assecondare la fisiologica tendenza al sonno, sarebbe bene, per quanto possibile, mantenere delle abitudini regolari, ovvero coricarsi e svegliarsi quasi sempre negli stessi orari. Chi abitualmente accusa difficoltà a prendere sonno, dovrebbe rispettare questa regola anche nel weekend o in vacanza

5) NO AGLI ECCESSI A TAVOLA
No al cibo “spazzatura” e in generale evitare “abbuffate” specie la sera
Si appesantirebbe la digestione con conseguenze negative anche sul sonno
Sarebbe inoltre bene limitare il consumo eccessivo di alcolici o superalcolici nelle ore serali: l’alcol, infatti, è sicuramente un “sedativo”, ma ha anche un’azione molto rapida e, svanito l’effetto, può favorire risvegli notturni

6) EVITARE LA PENNICHELLA POMERIDIANA
Per non alterare il ritmo sonno-veglia, ci sono regole precise
Se alteriamo il ciclo cardiano, farà fatica ad addormentarsi
Quindi si dovrebbero evitare pisolini diurni
Eccezion fatta per una breve pausa post-prandiale
(della durata massima di 30 minuti)

7) SPORT SÌ MA MAI TROPPO TARDI
L’esercizio fisico, specie se di alta-media intensità, andrebbe svolto nella prima parte della giornata e nelle ore serali
Sarebbe da evitare nelle 2-3 ore che precedono il momento di andare a dormire
Il corpo, infatti, non avrebbe tempo necessario per tornare in uno stato di relax, il che renderebbe più difficile prendere sonno

 

Consigli tratti dall’articolo integrale che trovate qui

Leave a Reply

Condividi
Close