Come leggere le etichette dei vestiti

Leggere le etichette dei vestiti, è essenziale
Come poterle comprendere?

Capire le etichette degli abiti appena acquistati,
o in fase di acquisto, è una questione assolutamente da non sottovalutare

I vasi simboli, sembrano abbastanza comprensibili, come la bacinella con l’acqua; i vari gradi ecc, ma quando oltre alle etichette “usuali” si vedono simboletti con delle X i dubbi arrivano

Quindi, leggere le etichette dei vestiti diventa assolutamente necessario

Partiamo dall’inizio

Il Lavaggio

Atteniamoci rigorosamente alle istruzioni
Anche se un capo vi sembra “lavabile” ma non lo è; non provate lo stesso a immergerlo nell’acqua, portatelo in lavanderia per un lavaggio a secco se lo trovate come istruzione sul capo di vestiario

Evitiamo di strizzarlo, sembrerà abbastanza logico, ma spesso se un capo viene lavato a mano, inconsapevolmente, invece che premerlo con delicatezza, lo si strizza, e immancabilmente pieghe non desiderate, rimarranno li per sempre!

L’asciugatura

Stendo i panni … quante volte lo abbiamo detto e fatto?
Ma leggendo bene le etichette dei vestiti, troveremo anche qui delle delucidazioni, che sicuramente potranno darci una mano, per trovare i nostri capi facili da riporre e quasi stirati!
Non tutti i maglioni ad esempio sono da mettere nell’asciugatrice, potrebbero rilasciare troppe spore ed otturare gli scarichi
I capi scuri, vanno stesi “alla rovescia” per non far prendere troppo sole, e renderli sbiaditi

Ed infine

La stiratura

Stirare non piace a nessuno in generale
Jeans, materiale in poliestere. maglioncini misti, ci danno l’opportunità, se stesi ad asciugare nel modo giusto; di evitare tale operazione
Ma camice, camicette, magari se di seta, cotone o lino, hanno assolutamente della famosa “botta di ferro”!
Anche qui impariamo a leggere le etichette dei vestiti
Spesso non serve la funzione vapore; poiché l’umidità potrebbe far restringere o addirittura rovinare il capo in questione
Apporre sul capo delicato un panno per evitare “scottature accidentali” alla stoffa, ad esempio è una vecchia “regola della nonna”

Con pochi accorgimenti sul come leggere le etichette dei vestiti, avremo velocemente la situazione dei lavaggi, asciugature e stiro sottomano
Assolutamente da ricordare è la regola del controllare SEMPRE le tasche!

Quante volte abbiamo trovato il maledetto “fazzoletto di carta nel bucato” sbriciolato nella lavatrice, magari nel bel mezzo dei capi scuri!?

 




 

Se hai dei dubbi su come leggere le etichette dei vestiti, scarica le immagini e stampale
potrai appenderle dove hai la lavatrice, per non perdere mai di vista, i vari simboli!

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi
Close